RIPRENDERE IL CONTROLLO DEL TERRITORIO NAZIONALE

1. PIÙ POLIZIOTTI E CARABINIERI DI QUARTIERE Istituiti dal nostro governo nel 2002, consentono alle forze dell’ordine di garantire la sicurezza dei cittadini e aumentano il controllo del territorio da parte dello Stato.

2. MILITARI NELLE STRADE Come già avevamo fatto nel 2008 affiancheremo alle forze dell’ordine i militari, dislocandoli nelle vie e nelle periferie delle città.
L’incremento esponenziale di clandestini, i quali senza un lavoro sono inevitabilmente destinati a rafforzare la criminalità piccola e grande
e il rischio di attentati terroristici obbligano ad aumentare il controllo del territorio.

3. STOP PARTENZE IMMIGRATI Grazie agli accordi fatti dal nostro governo con la Libia e gli altri Paesi del Mediterraneo, nel 2010 arrivarono solo 4.406 clandestini.
Negli ultimi tre anni ne sono sbarcati oltre 600.000.
Bisogna stipulare accordi con i governi dei Paesi nord africani, fornendo loro mezzi e risorse per impedire la partenza dei barconi.

4. RIMPATRIO CLANDESTINI Solo chi è davvero un rifugiato ha diritto di rimanere in Italia. Per tutti gli altri occorre provvedere al rimpatrio immediato nei loro Paesi d’origine, grazie ad accordi con questi Paesi, per garantire un ordinato e sicuro rimpatrio.